Con decreto direttoriale del 24 Ottobre 2017 sono state definite le modalità e i termini di presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni. Lo strumento mira a favorire la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico delle micro, piccole e medie imprese.

SOGGETTI BENEFICIARI

Le MPMI che abbiano sede legale e/o unità locale attiva sul territorio nazionale e che siano iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA. Non possono presentare domanda di agevolazioni le imprese che risultino attive nei settori esclusi dal Regolamento de minimis.

INTERVENTI AMMISSIBILI

Acquisto di software, hardware o servizi che consentano:

  • il miglioramento dell’efficienza aziendale
  • la modernizzazione dell’organizzazione del lavoro
  • lo sviluppo di soluzioni di e-commerce
  • la connettività a banda larga e ultralarga
  • il collegamento alla rete internet mediante tecnologia satellitare
  • la formazione qualificata del personale nel campo ICT

Le spese connesse all’intervento di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico dell’impresa devono:

  • essere avviate successivamente al provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher (entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello)
  • essere ultimate non oltre sei mesi dalla data di pubblicazione del provvedimento cumulativo di  prenotazione del Voucher

Contributo a fondo perduto: Voucher (in regime de minimis) sino al 50% delle spese ammissibili, max. 10.000 euro.

Le imprese non devono aver ricevuto altri contributi pubblici configurabili come aiuti di stato per le medesime spese. L’agevolazione è cumulabile con il superammortamento e l’iperammortamento.

Dotazione finanziaria: 100 milioni di euro, ripartita su base regionale; il 5% delle risorse complessivamente disponibili è destinato alla concessione del Voucher a favore delle imprese che hanno conseguito il rating di legalità.

Presentazione: dal 30 gennaio 2018 al 9 febbraio 2018