FONDO PER LO SVILUPPO DELLE TECNOLOGIE E DELLE APPLICAZIONI DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE, BLOCKCHAIN E IoT: DA SETTEMBRE LE DOMANDE

FONDO PER LO SVILUPPO DELLE TECNOLOGIE E DELLE APPLICAZIONI DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE, BLOCKCHAIN E IoT: DA SETTEMBRE LE DOMANDE

A partire da settembre si potrà inviare domanda di contributo a fondo perduto per investimenti volti a favorire lo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di Intelligenza Artificiale, blockchain e Internet of Things  nei settori produttivi e nei centri di ricerca nazionali.

 

Il MISE, di concerto con il MEF, mette a disposizione 45.000.000€ per investimenti finalizzati a sostenere lo sviluppo tecnologico e digitale dell’economia nazionale, potenziando la capacità di innovazione del sistema produttivo nell’ambito dell’intelligenza artificiale, della blockchain e dell’internet of things, con l’intento di ampliarne la diffusione e promuoverne l’adozione nei settori di interesse pubblico e nel settore privato.

Verranno ammessi i progetti che prevedono attività di “ricerca industriale”, “sviluppo sperimentale”, “innovazione dell’organizzazione” e “innovazione di processo”, volti a favorire lo sviluppo e la diffusione delle tecnologie e delle applicazioni di AI, blockchain e IoT, nei seguenti settori strategici:

  • industria e manifatturiero;
  • sistema educativo;
  • agroalimentare;
  • salute;
  • ambiente ed infrastrutture;
  • cultura e turismo;
  • logistica e mobilità;
  • sicurezza e tecnologie dell’informazione;
  • aerospazio

I progetti devono prevedere spese e costi ammissibili superiori a 500.000€ e fino ad un max di 2.000.000€.

La misura concede contributi a fondo perduto fino al 70% per le PMI e fino al 50% per le grandi imprese e gli organismi di ricerca a seconda del tipo di attività prevista dal progetto.

I soggetti ammissibili sono le imprese di qualsiasi dimensione, costituite in forma societaria e che esercitano attività industriali di produzione di beni e servizi, agro-industriali, artigiane, di trasporto, di servizi alle imprese che esercitano le predette attività, nonché i Centri di ricerca.

Le grandi imprese sono ammissibili alle agevolazioni, soltanto nell’ambito di un progetto che preveda una collaborazione effettiva con una PMI.

I soggetti ammissibili possono presentare anche progetti in forma congiunta, fino ad un numero massimo di cinque partecipanti per ciascun progetto.

Le domande di agevolazione potranno essere presentate dal 21/09/22 e saranno valutate secondo l’ordine cronologico giornaliero di presentazione.

 

Per maggiori informazioni consulta la nostra scheda tecnica.

 

Ti interessa e vuoi partecipare?

Scrivi a bandi@pertec.it

Oppure telefona a 059 460732