REGIONE VENETO PSR 2014-2020 – MISURA 4.1.1: FINANZIAMENTO A FONDO PERDUTO FINO AL 50% PER MIGLIORARE LE PRESTAZIONI E LA SOSTENIBILITÀ GLOBALI DELL’AZIENDA AGRICOLA

REGIONE VENETO PSR 2014-2020 – MISURA 4.1.1: FINANZIAMENTO A FONDO PERDUTO FINO AL 50% PER MIGLIORARE LE PRESTAZIONI E LA SOSTENIBILITÀ GLOBALI DELL’AZIENDA AGRICOLA

 

Con Decreto della Giunta Regionale n. 1687 del 29 novembre 2021, la regione Veneto rende operativa la Misura 4.1.1 del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020 dedicata a stimolare la competitività del settore agricolo nelle seguenti modalità:

 

  • migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole e incoraggiare la ristrutturazione e l’ammodernamento delle aziende agricole su tutto il territorio della regione Veneto, in particolare per aumentare la quota di mercato e l’orientamento al mercato nonché la diversificazione delle attività;
  • favorire l’ingresso di agricoltori adeguatamente qualificati nel settore agricolo e il ricambio generazionale su tutto il territorio della regione Veneto.

 

La misura identifica come soggetti beneficiari:

  • agricoltori;
  • cooperative agricole di produzione che svolgono come attività principale la coltivazione del terreno e/o allevamento di animali;
  • giovani agricoltori

 

Il bando identifica tredici tipologie di interventi ammissibili:

 

INTERVENTO 1 – Miglioramento fondiario: sistemazioni fondiarie e idraulico-agrarie; impianti (compresi reimpianti e rinnovi) di colture arboree da frutto; miglioramento di prati e pascoli).

 

INTERVENTO 2 – Costruzione di fabbricati: per la produzione, lavorazione, trasformazione, immagazzinamento, commercializzazione diretta in azienda dei prodotti aziendali e per ricovero macchine/attrezzature.

 

INTERVENTO 3 – Acquisto con ristrutturazione di fabbricati: per la produzione, lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione diretta in azienda dei prodotti aziendali e per ricovero macchine/attrezzature.

 

INTERVENTO 4 – Ristrutturazione di fabbricati: per la produzione, lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione diretta in azienda dei prodotti aziendali con utilizzo di materiale da costruzione che migliori l’efficienza energetica.

 

INTERVENTO 5 – Investimenti per l’eliminazione e sostituzione dell’amianto.

 

INTERVENTO 6 – Investimenti strutturali ed impianti: per lo stoccaggio, il trattamento e la gestione dei residui agricoli e dei reflui aziendali.

 

INTERVENTO 7 – Acquisto di macchine e attrezzature.

 

INTERVENTO 8 – Acquisto di macchine e attrezzature: per la riduzione dell’impatto ambientale, il miglioramento del benessere animale e la conservazione del suolo (agricoltura conservativa, agricoltura di precisione).

 

INTERVENTO 9 – Investimenti per la produzione di energia: per uso esclusivo aziendale.

 

INTERVENTO 10 – Investimenti volti alla depurazione delle acque reflue derivanti dall’attività di trasformazione dei prodotti.

 

INTERVENTO 11 – Investimenti finalizzati alla difesa attiva delle coltivazioni: protezione dagli effetti negativi degli eventi meteorici estremi e dai danni derivanti dagli animali selvatici e a proteggere gli allevamenti dall’azione dei predatori.

 

INTERVENTO 12 – Investimenti in hardware e software: per l’adozione di tecnologie di informazione e comunicazione (TIC), al commercio elettronico, all’acquisizione di competenze digitali (e-skills) e all’apprendimento in linea (e-learning) nonché allacciamento alla rete.

 

INTERVENTO 13 – Spese generali secondo quanto previsto agli Indirizzi procedurali generali ad eccezione dei costi per gli studi di fattibilità.

 

Sono ammissibili le spese sostenute per investimenti strutturali, impianti, attrezzature, hardware e software descritti precedentemente (CONSULTA IL DETTAGLIO DEGLI INTERVENTI AMMISSIBILI CON LA NOSTRA SCHEDA TECNICA).

 

La spesa minima ammissibile per domanda di contributo è pari a:

  • 000,00 euro per imprese ubicate nelle zone montane;
  • 000,00 euro per imprese ubicate nelle altre zone.

 

La spesa massima ammissibile per ogni beneficiario è pari a:

  • 000,00 euro per impresa, nell’arco temporale di quattro anni;
  • 200.000,00 euro per cooperative agricole di produzione che svolgono come attività principale la coltivazione del terreno e/o allevamento di animali, nell’arco temporale di quattro anni.

 

Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo a fondo perduto e nella seguente articolazione:

Tipo di impresa o di società richiedente

Investimenti per la trasformazione/commercializzazione Altri investimenti
Zona montana Altre zone Zona montana

Altre zone

Imprese agevole condotte da giovani agricoltori entro 5 anni dall’insediamento

40%

40% 60%

50%

Giovani agricoltori che presentano domanda per il sostegno all’insediamento (Pacchetto Giovani)
Altre imprese agricole

40%

40% 50%

40%

 

Ogni impresa può presentare una sola domanda di aiuto ad AVEPA – Agenzia veneta per i pagamenti entro i 120 giorni successivi alla data di pubblicazione del presente bando e entro e non oltre il giorno 8 aprile 2022, secondo le modalità previste dagli Indirizzi procedurali generali del PSR e dai Manuali di Avepa.

 

Se interessato a presentare domanda di finanziamento? Noi di COPERNICO possiamo aiutarti: