DECADENZA DEL CREDITO D’IMPOSTA E OBBLIGHI DI INDICAZIONE NEL QUADRO RU

DECADENZA DEL CREDITO D’IMPOSTA E OBBLIGHI DI INDICAZIONE NEL QUADRO RU

 

La sentenza n. 34266 della Corte di Cassazione, depositata il 15 novembre 2021, pone conferma dell’applicazione della decadenza dell’agevolazione fruibile dal credito d’imposta nel caso si configuri l’ipotesi per omessa indicazione in dichiarazione dei redditi (quadro RU), anche in assenza di esplicita circostanza dalla normativa attuale di riferimento.

 

Il principio di decadenza che coinvolta la fattispecie di una cartella di pagamento con cui un’impresa richiedeva un credito d’imposta per spese di ricerca non indicate nel quadro RU e rettificata solo qualche anno dopo.

 

In tal senso, la Cassazione accoglieva l’appello dell’Ufficio dell’Agenzia dell’Entrare che mirava non a disconoscere l’oggettiva validità del credito ma la sua mancata indicazione all’interno della dichiarazione dei redditi, deliberando che:

 

La mancata indicazione del credito d’imposta nel quadro RU si configura come una manifestazione di volontà da parte dell’impresa di carattere irretrattabile, salvo il caso in cui l’impresa beneficiaria dimostri che questo fosse conosciuto o conoscibili dagli Uffici competenti.

 

Per maggiori informazioni puoi contattare il team di COPERNICO: