AL VIA LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE PER IL GREEN NEW DEAL

AL VIA LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE PER IL GREEN NEW DEAL

A partire dal 17/11/2022 si potranno presentare le domande per ottenere le agevolazioni a sostegno delle attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e di indistrializzazione dei risultati di R&S, rientranti nel programma del Green New Deal italiano


 

 

FINALITA’

L’incentivo, varato da Mise e Mef, finanzia la realizzazione dei progetti di imprese ammesse ai finanziamenti agevolati del FRI (Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca), e prevede la concessione di contributi a sostegno delle attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e, per le PMI, di industrializzazione dei risultati della ricerca e sviluppo

 

 

INTERVENTI AMMISSIBILI

I progetti dovranno essere coerenti con gli ambiti di transizione ecologica e circolare del New Green Deal italiano:

  • decarbonizzazione dell’economia
  • economia circolare
  • riduzione dell’uso della plastica e sostituzione della plastica con materiali alternativi
  • rigenerazione urbana
  • turismo sostenibile
  • adattamento e mitigazione dei rischi sul territorio derivanti dal cambiamento climatico

 

Le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale devono essere finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti.

 

Gli investimenti per l’industrializzazione che sono ammessi esclusivamente per le PMI, devono avere un elevato contenuto di innovazione e sostenibilità, ed essere volti a diversificare la produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi o a trasformare radicalmente il processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente.

 

Possono essere ammessi distintamente o insieme ad un progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nell’ambito di un programma integrato presentato per l’ottenimento di agevolazioni, alle condizioni previste dal decreto.

I progetti ammissibili inoltre devono:

  • essere realizzati nell’ambito di una o più unità locali ubicate nel territorio nazionale
  • prevedere spese e costi ammissibili tra i 3 e 40 mln €
  • avere una durata tra i 12 e di 36 mesi
  • essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione

 

 

INTENSITA’ AGEVOLAZIONE

Finanziamenti agevolati del FRI di importo pari al 60% dei costi di progetto, accompagnati da finanziamenti bancari per il 20% e in presenza di idonea attestazione creditizia.

Contributi a fondo perduto pari al:

  • 15% come contributo alla spesa, a sostegno delle attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale e per l’acquisizione delle prestazioni di consulenza relative alle attività di industrializzazione
  • 10% come contributo in conto impianti, per l’acquisizione delle immobilizzazioni oggetto delle attività di industrializzazione

 

 

BENEFICIARI

Imprese di qualsiasi dimensione che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria e centri di ricerca, che presentano progetti singolarmente o in forma congiunta ed abbiano almeno 2 bilanci approvati nonché la positiva valutazione del merito creditizio.

 

 

SCADENZA

Le domande di agevolazione potranno essere presentate dal 17 novembre 2022.

 

 

Per maggiori informazioni consulta la nostra scheda tecnica.

 

 

 

Ti interessa e vuoi partecipare?

 

Scrivi a marketing@pertec.it

 

Oppure telefona a 059 460732