La Legge n.96 del 21 Giugno 2017 modificando e convertendo il D.L. n.50 del 24 Aprile 2017 ha introdotto un’agevolazione specifica per supportare e incentivare  le imprese che investono in pubblicità attraverso i canali “convenzionali”: quotidiani, periodici, emittenti televisive e radiofoniche, nelle loro versioni analogiche e digitali.

SOGGETTI BENEFICIARI 

Tutte le imprese e i lavoratori autonomi che a partire dal 2018 effettuano investimenti in misura incrementale almeno superiore al 1% rispetto alle anloghe spese dell’anno precedente per campagne pubblicitarie su

  • Stampa quotidiana e periodica.
  • Emittenti televisive locali analogiche e digitali.
  • Emittenti radiofoniche locali analogiche e digitali.

ENTITA’ DEGLI INCENTIVI 

L’agevolazione è riconosciuta sulla spesa incrementale per investimenti pubblicitari nei media sopra citati a partire dal 2018 nella seguente misura:

  • Grandi Imprese: 75% della spesa incrementale.
  • Piccole Medie Imprese e start up innovative: 90% della spesa incrementale.

E’ attesa la pubblicazione della normativa attuativa per definire l’entità massima della spesa incrementale, ovvero del credito di imposta ammissibile ai sensi della agevolazione.

COME SI ACCEDE

Si accede in maniera automatica in fase di redazione di bilancio e tramite autocertificazione.

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione previa istanza diretta al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri.

E’ attesa circolare attuativa contenente i dettagli della normativa.